"Nella roccia c'è la Madonna", boom di curiosi per il "miracolo" di Casaletto Spartano

In località il Capello, vicino alla cascata dei Capelli di Venere, in tanti vedono la figura della Vergine in una roccia. E il mix di fede e curiosità porta a centinaia di persone in pellegrinaggio

CASALETTO SPARTANO. In centinaia in pellegrinaggio a Casaletto Spartano per vedere quella che ormai è stata battezzata "La Madonna della roccia". A meno di un chilometro dal centro del comune di appena 1400 abitanti c'è una roccia in località “Il Capello” in cui tanti vedono raffigurata la Vergine. Così ogni giorno si ripete un pellegrinaggio per raggiungere il paese adagiato nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni.

“La Madonna della roccia” non ha scelto un luogo qualsiasi per "apparire". La figura è comparsa in un luogo bellissimo e già noto per la presenza della cascata “Capelli di Venere”. Secondo alcune testimonianze la figura sarebbe cominciata a comparire la scorsa estate quando un pezzo di roccia si è staccato per una piccola frana. Nei mesi successivi avrebbe man mano cominciato ad assumere la forma di un'immagine e i casalettesi, molto devoti alla Madonna, hanno riconosciuto la sua figura tra le rocce.

Ecco il video realizzato dall'emittente salernitana Italia 2 e pubblicato su Youtube

Anche perché oltre all''immagine si aggiunge un altro particolare legato al culto della Vergine a Casaletto Spartano. In paese si venerano la Madonna del martiri, la cui statua è conservata in un santuario costruito in montagna, e la Madonna del buon cammino, la cui effige è custodita nella chiesa madre di San Nicola di Bari. Ogni 13 di maggio, 15 agosto e 8 settembre quest'ultima viene traspostata dal centro cittadino al santuario. E la roccia di cui tutti parlano è posizionata proprio sotto la strada percorsa dalla processione.

La strada, per la cronaca, è soggetta da tempo a movimenti franosi ma fede e curiosità sono più forti dei dati di fatto. Così, anche grazie al tam tam sul web, non solo i casalettesi ma curiosi da tutta la zona vengono in paese per vedere con i propri occhi e immortalare con il proprio telefonino la "Madonna della roccia".