l’arresto 

Nascondeva la droga nel pouf Preso con 300 grammi di coca

Colto di sorpresa dalla visita dei poliziotti, non riesce a nascondere lo stato di ansia. Il sintomo di forte apprensione è stato avvertito dagli agenti che hanno perquisito a fondo la casa. Gerardo...

Colto di sorpresa dalla visita dei poliziotti, non riesce a nascondere lo stato di ansia. Il sintomo di forte apprensione è stato avvertito dagli agenti che hanno perquisito a fondo la casa. Gerardo Meola, 41 anni, di motivi per essere nervoso ne aveva. In un pouf i poliziotti hanno trovato una busta sospetta e dentro droga sufficiente per confezionare un buon numero di dosi di cocaina. Lo spacciatore è finito in manette e su ordine del pm è stato trasferito al carcere di Fuorni.
Ad arrivare a casa di Meola, soggetto già noto alle forze dell’ordine, sono stati gli agenti del servizio investigativo del locale commissariato di polizia, diretto dal vicequestore Immacolata Acconcia. Nell’ambito di indagini sul giro di droga in città, i poliziotti si sono imbattuti nel nome del quarantunenne, conosciuto per altri fatti delittuosi. Venerdì è scattato il blitz nel suo domicilio dov’è stato scoperto il singolare nascondiglio dello stupefacente. Nel prezioso pouf i poliziotti hanno trovato ben 330 grammi di cocaina. Nello stesso bauletto c’era l’occorrente per la preparazione delle dosi.
Sia il quantitativo sia la presenza del materiale per il confezionamento della droga hanno fatto scattare nei confronti dell’arrestato l’ipotesi di detenzione al fine di spaccio di stupefacenti. I poliziotti lo hanno portato negli uffici del commissariato da dove, dopo le formalità di rito, su disposizione del sostituto procuratore di turno Vittorio Santoro, è stato accompagnato in carcere. Nei prossimi giorni è atteso in tribunale per l’udienza di convalida dell’arresto.
Massimiliano Lanzotto
©RIPRODUZIONE RISERVATA