IL CASO

Morte in ospedale, 42 persone indagate a Nocera Inferiore

Elvira Giella era spirata dopo un intervento al femore

Sono quarantadue le persone indagate nell’inchiesta per il decesso di Elvira Giella, settantanovenne originaria di Nocera Inferiore ricoverata in ospedale all’Umberto I per la rottura del femore, operata e morta domenica mattina dopo complicazioni. La donna era passata attraverso il pronto soccorso, con l’intervento chirurgico subito per la frattura e poi, dopo problemi subentrati, era stata trasferita nel reparto di nefrologia, dove è deceduta. In attesa dello svolgimento dell’esame autoptico, con il conferimento incarico atteso per oggi al medico legale, gli agenti del commissariato di polizia hanno effettuato le notifiche alle parti per eventuali nomine di consulenti.
Il sostituto procuratore Viviana Vessa, titolare dell’indagine, dopo aver disposto acquisizione e sequestro della documentazione sanitaria in ospedale nei diversi reparti intervenuti nell’iter clinico della donna, ha coordinato le ricostruzioni investigative sul presunto caso di malasanità identificando tutti i profili intervenuti lungo il percorso ospedaliero.
Alfonso T. Guerritore
©RIPRODUZIONE RISERVATA