Il carcere di Salerno

L'INIZIATIVA

Magistrati-attori in scena al carcere di Salerno

Lo spettacolo per i detenuti di Fuorni

SALERNO - I magistrati in scena per i detenuti. Nella casa circondariale di Salerno a Fuorni, questa mattina, la compagnia teatrale amatoriale 'Luna Nuova', composta da magistrati della Corte di Appello di Milano, ha portato sul palcoscenico del piccolo teatro della struttura penitenziaria lo spettacolo "Non ti pago" di Eduardo De Filippo. Ad assistere alla performance di giudici e pm milanesi, una folta rappresentanza di detenuti. Il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, infatti, ha autorizzato la presenza sia di uomini sia di donne, indipendentemente dal circuito di appartenenza. Tra questi, anche i detenuti della sezione ad alta sicurezza. A fare gli onori di casa, il direttore della casa circondariale salernitana, Stefano Martone, che ha accolto autorità e carcerati sottolineando che dall'iniziativa di oggi, giunta alla quarta edizione, si leva un messaggio importante "fatto di considerazione, di rispetto e di vicinanza verso l'istituzione carceraria e verso i detenuti".

Il regista dello spettacolo, nonché fondatore della compagnia, e' il magistrato Oscar Magi, attuale presidente della Sezione penale della Corte di Appello di Milano. "Abbiamo aderito all'invito del del direttroe Martone - spiega Magi - perché ci sembra una cosa bella. Una sorta di piccola restituzione nei confronti dei detenuti. Noi siamo magistrati, anche penali. E' una vita che ci occupiamo di reati, di persone che li commettono e quindi di detenuti e, in qualche modo, credo sia una cosa bella che dei magistrati portino all'interno delle carceri un contributo di libertà di immaginazione, quale può essere quella del teatro, nei confronti di persone che in questo momento stanno vivendo una situazione di difficoltà".