pagani

Lite per una messa di suffragio: prete aggredito sull'altare

Nel bel mezzo della messa vespertina domenicale, il figlio di un uomo morto un mese fa è entrato nella chiesa minacciando e inveendo contro il sacerdote

PAGANI. Si è accasciato durante la messa. Troppo forte la violenza verbale che don Raffaele Corrado ha subito dal congiunto di un morto. Momenti di apprensione, ieri sera, a Pagani, nella parrocchia San Francesco di Paola. Alla proclamazione della Parola di Dio, nel bel mezzo della messa vespertina domenicale, il figlio di un uomo morto un mese fa è entrato nella chiesa minacciando e inveendo contro il sacerdote. Il prete era accusato di non aver presieduto la messa in suffragio del genitore. Ma così non è stato. Don Corrado ha solo mandato un sostituto. Cosa forse letta come un affronto dai familiari del defunto. Essendo impegnato per la messa domenicale, il parroco di San Francesco e Santa Maria delle Grazie ha chiesto a un suo confratello redentorista di presiedere il trigesimo, fissato già eccezionalmente di primo pomeriggio. La cosa non è stata accolta bene dai familiari dell’uomo scomparso, che hanno cominciato a lamentarsi già durante la celebrazione. Terminata la messa, dalle parole si è passati ai fatti, raggiungendo il parroco a san Francesco. Non curanti della celebrazione in corso hanno inveito contro di lui, che si è sentito male. I fedeli presenti hanno allertato i carabinieri. È stato necessario pure l’intervento dell’ambulanza.