EBOLI 

Illude una ventenne per farla prostituire Arrestato sfruttatore

EBOLI. L’amore, il matrimonio e un lavoro come bracciante agricola nella Piana del Sele. Un mix vincente per una ragazza che voleva cambiare vita. Così un rumeno ha ingannato una sua connazionale...

EBOLI. L’amore, il matrimonio e un lavoro come bracciante agricola nella Piana del Sele. Un mix vincente per una ragazza che voleva cambiare vita. Così un rumeno ha ingannato una sua connazionale ventenne facendola arrivare in Italia. Ad attenderla nel Belpaese, un posto “fisso” c’era, ma sul litorale ebolitano dove prostituirsi per poche decine di euro. A scoprire l’ennesimo caso di sfruttamento e riduzione in schiavitù sono stati i carabinieri che hanno arrestato D.P., 32 anni, domiciliato ad Eboli.
Pochi mesi fa il 32enne rumeno era riuscito a convincere la ragazza, riempendola di false promesse l’aveva convinta a partire. La giovane aveva nella testa il sogno italiano e l’uomo ad attenderla. Tutto falso. Dalla felice love story al matrimonio, al lavoro in campagna. Appena messo piede ad Eboli, invece, la ventenne ha dovuto fare i conti con la dura realtà. I racconti del suo fidanzato erano tutti una menzogna. Per lei l’unica via era quella della litoranea dove è intenso il fenomeno della prostituzione da strada. Attraverso servizio di appostamento e pedinamento, i carabinieri del nucleo investigativo di Salerno hanno appurato che per la giovane rumena non c’era pausa.
Lo sfruttatore – che in questo caso coincide con il fidanzato – l’accompagnava al suo posto per prostituirsi, sia la mattina sia il pomeriggio. L’attività investigativa dei militari ha ricostruito la vicenda umana della giovane prostituta. Si è scoperto così che la donna viveva in uno stato di soggezione verso il fidanzato, non avendo altra strada da seguire per uscire da quel tunnel. L’uomo le assicurava protezione durante gli incontri a pagamento. In cambio teneva per sé il denaro frutto del meretricio. E guai a ribellarsi. Il 32enne la minacciava di forti ripercussioni, anche fisiche, prospettandogli di lasciarla da sola in mezzo a una strada nella migliore delle ipotesi. Nei giorni scorsi i carabinieri hanno posto fine allo sfruttamento della prostituzione della ventenne. I militari sono andati cercare il fidanzato e lo hanno arrestato. L’uomo ora si trova nel carcere di Fuorni.
Massimiliano Lanzotto
©RIPRODUZIONE RISERVATA.