Esce gas dalle pareti Evacuati gli alunni del secondo circolo

A scuola si stanno effettuando i lavori di coibentazione Alcuni bambini hanno accusato problemi. Paura e tensione

Si sprigiona gas dalle pareti della scuola durante i lavori di coibentazione. Panico ieri mattina alla materna ed elementare Marconi del secondo circolo. L’edificio viene sgombrato proprio mentre i bambini stavano sperimentando il programmato piano di evacuazione alla presenza dell’ingegnere, responsabile della sicurezza, Luca D’Alessandro.

Alcuni alunni finiscono in ospedale per scongiurare eventuali rischi di intossicazione mentre monta la rabbia dei genitori contro lo svolgimento di lavori durante l’orario scolastico. Sono stati momenti concitati quelli di ieri presso la scuola del rione Arenula dove si sono precipitati vigili del fuoco, polizia, caschi bianchi e tecnici del Comune. A dare l’allarme uno degli operai della ditta incaricata dall’amministrazione di effettuare i lavori di coibentazione delle pareti esterne dell’edificio. Da giorni una squadra è al lavoro per eseguire dei grandi fori nelle pareti esterne dell’edificio dove viene poi iniettato del poliuretano espanso che funge da isolante. Ieri i lavori erano iniziati in anticipo e mentre i piccoli alunni erano ancora nelle rispettive classi. Fatto insolito secondo i genitori che denunciano la mancanza di sicurezza a discapito dei loro figli ma risulterebbe che anche il dirigente del Comune, Luigi Canale, avesse dato chiare indicazioni sugli orari in cui effettuare i lavori e cioè al termine delle lezioni. A causare la fuoriuscita di gas sarebbe stato il fatto che il poliuretano sarebbe entrato in contatto con della sostanza plastica che era presente nella struttura muraria. Ne sarebbe scaturito un processo di combustione dal quale si è sprigionato il gas che si è propagato inizialmente solo all’esterno. Il gas si è poi insinuato all’interno della struttura quando i bambini erano già stati fatti evacuare nel cortile della scuola. Nessuno, in pratica, avrebbe subito conseguenze dall’accaduto. Sul posto, nel primissimo pomeriggio, anche il dirigente del Comune, Canale e il sindaco, Manlio Torquato, per predisporre un prelievo della parete da dove si è sprigionata la sostanza. Resta da stabilire se il gas avrebbe potuto provocare l’intossicazione di qualche bambino.

Eventualità esclusa dai tecnici e lo stesso dirigente del circolo, Giuseppe Pannullo avrebbe controllato le schede dei lavori dalle quali sarebbe emerso che la squadra non stava adoperando sostanze rischiose per la salute degli alunni. Intanto lunedì le lezioni si svolgeranno regolarmente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA