il fatto

Cstp al miglior offerente, la base d’asta è di 6 milioni

Pasquino dà il via alla procedura di vendita dell’azienda pubblica di trasporti. Garantiti tutti i 500 dipendenti con l’inserimento di clausole di salvaguardia

SALERNO. Sarà pubblicato solo domani il disciplinare di gara nel quale saranno contenuti tutti i dettagli per poter partecipare al bando per la vendita del Cstp. A renderlo noto è stato lo stesso commissario straordinario, Raimondo Pasquino, nel corso di una conferenza stampa tenuta nella giornata di ieri presso la sede dell’azienda a piazza Luciani. Successivamente, presumibilmente intorno al 4 marzo, sarà pubblicato anche il bando per la vendita degli immobili non funzionali (la sede aziendale e il deposito di Cava) che avrà scadenza sempre il 19 aprile.

«L’azienda era votata al fallimento – ha ammesso Pasquino – e quando il Tribunale dichiarò lo stato di insolvenza chiese anche al ministero se era possibile applicare la procedura stabilita dalla legge Prodi e la risposta fu affermativa. Ho ricoperto così prima il ruolo di amministratore giudiziale col compito di valutare se c’erano le condizioni per applicare tale legge e poi quello di amministratore straordinario».

I lavoratori, circa 500, saranno tutti garantiti grazie all’inserimento nel bando di apposite clausole di salvaguardia.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SU "LA CITTA'" OGGI IN EDICOLA