«Cinquecento milioni per il Salernitano»

Quasi 500 milioni di euro di finanziamenti europei per Salerno e la sua provincia. Lo ha reso noto l’assessore regionale alla Protezione civile Edoardo Cosenza (foto) in occasione della consegna...

Quasi 500 milioni di euro di finanziamenti europei per Salerno e la sua provincia. Lo ha reso noto l’assessore regionale alla Protezione civile Edoardo Cosenza (foto) in occasione della consegna degli attestati del corso sul rischio sismico, nella sede dell’Ordine degli Ingegneri: «Settanta milioni per il porto, settanta per il ripascimento e per il litorale di Mercatello dove c’è un’erosione costiera enorme, novanta per la depurazione delle acque, duecento per il fiume Sarno» ha precisato l’assessore che ha poi risposto al consigliere regionale del Pd, Gianfranco Valiante, che aveva criticato la giunta Caldoro sulla mancata adozione di una legge regionale sulla protezione civile: «Le leggi le fa il consiglio regionale. Io ho fatto la mia proposta: ora tocca a loro». Cosenza ha rimarcato la necessità di ottenere nuove risorse per la Campania da destinare ad interventi per prevenire il rischio sismico. Ma anche quello idrogeologico che, nelle ultime settimane, ha visto di nuovo protagonista, in negativo, la provincia di Salerno con la frana che si è verificata tra la città capoluogo e Vietri sul Mare. «È indubbio che servano altre risorse economiche. Ma – ha sottolineato l’assessore Cosenza – il Governo deve darci la possibilità di andare anche in deroga al patto di stabilità». E di soldi, ne servirebbero molti. Secondo il presidente degli ingegneri Vincenzo Corradino per quanto riguarda la messa in sicurezza sismica del Paese occorrerebbero circa 40 miliardi di euro. «Nella nostra regione – haprecisato – servirebbero circa otto miliardi di euro. Speriamo che ci si possa al più presto sedere intorno ad un tavolo regionale e risolvere il problema». (m.a.c.)