Approvate le nuove tariffe per i servizi al cimitero 

L’amministrazione comunale ha rimesso ordine nella gestione della struttura Intanto procede la gara per i lavori del grande progetto di ampliamento

Pochi proventi dal cimitero, il Comune approva l’elenco dei costi per i servizi al camposanto. La Giunta Canfora ha approvato la lista dei servizi cimiteriali con relativi importi a carico dell’utenza. I servizi in questione sono stati nel tempo soggetti a diverse norme e sempre caratterizzati dal fatto di essere considerati quali prestazioni indispensabili per garantire l’igiene e la salute pubblica; per questi motivi l’amministrazione comunale ha ritenuto che alcune tariffe in uso risultano desuete o semplicemente vanno riformulate.
Tra l’altro molti servizi o operazioni cimiteriali che vengono eseguiti dal personale cimiteriale comunale, non sono contemplati nelle attuali tariffe, per cui l’Ente non viene remunerato per quanto svolge in realtà: da una ricognizione eseguita alla fine dello scorso anno, in base a dati rilevati via internet, è risultato che le tariffe cimiteriali di Sarno nella maggior parte dei casi sono mediamente inferiori a quelle di altri comuni limitrofi.
Il problema del bassissimo costo di alcune tariffe è dovuto al fatto che alcuni prezzi istituiti in passato si intendevano non come remunerazione del servizio svolto, ma come una vera e propria tassa su diritti. Alla luce di ciò, la Giunta municipale ha ritenuto opportuno procedere con un riordino completo del tariffario cimiteriale relativamente a tutte le categorie, partendo dall’esame e catalogazione dei servizi e delle operazioni.
Queste le tariffe approvate dalla Giunta: sepolture private, tariffe per il suolo 1000 euro al metro quadrato; esumazione straordinaria in campo comune, 300 euro; esumazione straordinaria nel sepolcro in concessione e dispersione delle ceneri, 200 euro; ricezione di salme di non residenti, 200 euro; tumulazione salma, 100 euro; diritto di istruttoria al rilascio dell’autorizzazione al trasporto di una salma, 200 euro; inumazione di una salma, 100 euro; luci occasionali e votive, 1,50 euro all’ora; trasporto funebre a carico del Comune, 600 euro; altri servizi e accessori, fino a 50 euro.
Di recente l’amministrazione comunale aveva fatto sapere che si era conclusa la procedura di gara per l’aggiudicazione dei lavori del grande progetto di ampliamento del camposanto, autofinanziato dall’ente e dai cittadini con 10 milioni di euro.
Danilo Ruggiero
©RIPRODUZIONE RISERVATA