capaccio paestum

Aggredita la bagnina che difendeva un cane bastonato

CAPACCIO PAESTUM. Difende un cane che era stato bastonato da un gruppo di villeggianti napoletani e viene aggredita. La vittima è Michela Grandino, 23 anni, una bagnina del posto. Il fatto è successo...

CAPACCIO PAESTUM. Difende un cane che era stato bastonato da un gruppo di villeggianti napoletani e viene aggredita. La vittima è Michela Grandino, 23 anni, una bagnina del posto. Il fatto è successo domenica in località Licinella.

«Ho sentito dei guaiti e ho notato quattro ragazzi, uno dei quali stava bastonando un povero cane – racconta Michela – più volte gli ho detto di smetterla ma lui ha continuato. Ne è scaturita una discussione e uno dei quattro mi ha colpito a un occhio con un pugno. Mi sono difesa, sono intervenuti alcuni bagnanti e il gruppo è andato via».

Michela, che è campionessa italiana di taekwondo, ha saputo difendersi ma ha comunque riportato una piccola lesione all’occhio: i medici dell’ospedale le hanno riscontrato una piccola lesione alla retina con una prognosi di una decina di giorni.

La bagnina recupera spesso cuccioli abbandonati e si impegna a trovare loro una casa. E assicura che non ha nessuna intenzione di smettere anche se continuano a farle dei dispetti. Nella stessa serata di domenica, ad esempio, le hanno lasciato una cucciolata di cinque meticci e un biglietto: “Visto che ti piacciono tanto gli animali pigliati ’sti 5 strun…”. «Non credo che i cuccioli siano stati abbandonati dai villeggianti napoletani – dicee Michela – ma da altra gente. Forse erano diretti a mio cugino che, come me, ama e si prende cura degli animali abbandonati e ha il mio stesso cognome». La stessa sera, inoltre, Michela è stata seguita da un’auto, era circa mezzanotte, con a bordo due ragazzi che le hanno detto di stare attenta. In questo caso sicuramente due dei balordi della spiaggia. La bagnina ha deciso di procedere con una denuncia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA