L'Orchestra Sinfonica Cluadio Abbado

IL CONCERTO

A Salerno maggio sinfonico a Pino Daniele

Domani sera all’Augusteo un tributo allo straordinario artista napoletano

SALERNO. Era il 1977 quando Pino Daniele, giovane musicista napoletano, presentava il suo album d’esordio “Terra mia”. Domani sera (venerdì 19 maggio, ore 21) sul palco del teatro Augusteo l’orchestra sinfonica di Salerno “Claudio Abbado” presenterà l’omaggio sinfonico a Pino Daniele a cura di Sergio Mari e Fabio Marone. La compagine proporrà musiche tratte dal disco foriero di una rivoluzione musicale con cui la cultura napoletana si arricchisce del sound blues americano, innovazione subito ben accolta dalle nuove generazioni.

L’omaggio “Terra mia”, sarà una sorta di sinfonia composta da quattro movimenti in cui saranno presenti le melodie delle più belle canzoni di Pino Daniele, arrangiate dal maestro Domenico Falco. Lo spettacolo, curato da Sergio Mari e Fabio Marone, sarà un doveroso ed emozionante tributo alla musica di questo grande artista che, attraverso l’innovazione, ha esaltato le radici della propria terra. La voce recitante sarà quella di Sergio Mari, le coreografie verranno eseguite dai ballerini Ilaria Punzo e Francesco Marino mentre i cantanti saranno quelli del team del vocal coach Germano Parisi, Ilaria Cuomo, Enrico Marino, Chiara Fusco, Benny Pierri, Francesca Notarfrancesco oltre allo stesso Parisi.

L’Orchestra Sinfonica di Salerno “Claudio Abbado” è composta da 60 giovani musicisti, creando così un binomio perfetto di binomi ed energia, ed è diretta dal giovane direttore artistico e maestro Ivan Antonio, laureato con il massimo dei voti in musica applicata ai contesti multimediali ed in composizione al Conservatorio Statale di Musica “G. Martucci” di Salerno. Nata solo lo scorso anno, grazie alla volontà del presidente Giovanni Di Lisa, è già riuscita a imporsi nel panorama musicale, non solo locale ma anche nazionale. Diverse, infatti, sono state le location che l’hanno accolta durante la sua prima stagione: il teatro delle Arti di Salerno, la Casina Vanvitelliana di Bacoli, l’Area Archeologica di Fratte, l’Anfiteatro Romano di Avella, l’Arena del Mare di Salerno, la Villa Comunale di Taurano, la Chiesa del Corpo di Cristo di Pagani e il Garten der Welt di Berlino. Nel corso della serata verrà premiato il regista Giorgio Verdelli per il suo docufilm “Il tempo resterà”. Costo del biglietto: 12 euro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA