A fine settembre la Cassazione sulle Fonderie

Arriverà a fine settembre la decisione della Cassazione sulle Fonderie Pisano (foto). La Suprema Corte deve decidere se mantenere aperto lo stabillimento di Fratte, come ha disposto il Tribunale del...

Arriverà a fine settembre la decisione della Cassazione sulle Fonderie Pisano (foto). La Suprema Corte deve decidere se mantenere aperto lo stabillimento di Fratte, come ha disposto il Tribunale del Riesame annullando l’ordinanza di sequestro firmata dal giudice delle indagini preliminari, o se invece accogliere il ricorso della Procura, che ha impugnato il provvedimento del Riesame e chiede che alla fabbrica siano riapposti i sigilli.
La pronuncia della Cassazione era già attesa per fine giugno, quando era stata però rinviata a data da destinarsi. Le ragioni dello slittamento erano legato alla ripartizione dei ricorsi tra le varie sezioni della Corte; quello sulle Pisano era stato affidato inizialmente alla sesta sezione, ma pochi giorni prima della discussione era tornato alla sezione centrale perché lo riassegnasse ai giudici della terza, che a loro volta avrebbero dovuto decidere la data per la discussione. Ora quella data è stata fissata e posticipa a dopo l’estate il momento della sentenza. Una pronuncia attesa tanto dai residenti, che continuano a lamentare emissioni di fumi che si temono nocivi, quanto dagli operai della fabbrica, che sperano di poter continuare a lavorare senza ulteriori interruzioni. (c.d.m.)